Fiere sposi 2016

L’arrivo di Ottobre apre le porte al periodo ”Wedding”. I futuri sposi si dedicano alla ricerca di location, addobbi e abiti. Improvvisamente si ritrovano circondati da cartelli pubblicitari di fiere, mostre e open day organizzati da ville, alberghi e società di eventi… Come destreggiarsi in questo mare di informazioni?

Come funziona una fiera sposi?

Per i futuri sposi è dura…

Solitamente sono le future spose che, armate di santa pazienza e cariche di energie, affrontano le corsie delle fiere, con il povero sposo agganciato saldamente alla mano e trainato a forza fra pizzi, merletti, confetti e fiocchi. È così che ci si immerge in un mondo fatto di sorrisi e consigli, anche non richiesti.

A cosa servono le fiere sposi?

Facciamo ordine.

Le fiere di settore, note come fiere sposi o open day, sono molto utili per i futuri sposi che possono trovare infiniti spunti ed idee concentrati in un unico spazio espositivo. L’idea partita anni fa, è proprio quella di mettere in contatto in un’unica location tutte le figure professionali che ruotano attorno al mondo del “wedding” con i futuri sposi, per agevolarli nell’arduo compito di rendere le proprie nozze un momento unico e indimenticabile.

Ecco quindi che grandi spazi espositivi come pala-terme, palazzetti, ville e alberghi si trasformano in show room pieni zeppi di stand, corner e piccoli negozi a tema: catering, confetterie, agenzie di viaggio, atelier sposa, sposo, studi fotografici, accessori, fiori… Tutto allietato da musica e sfilate.

Una fiera sposi vista dall’interno

Anche io con il mio show room partecipo ad almeno una fiera l’anno, la scelta ricade sempre su open day organizzati in location interessanti e dalla grande attrattiva.

Quest’anno ho scelto di partecipare a Montecatini sposi.

Montecatini sposi: vi racconto

Preparativi frenetici

Per noi operatori si inizia l’allestimento molto presto quindi, con la mia socia Donella, appuntamento ore 7,00 allo show room.

Bauliere delle auto aperte e pieno fino all’orlo: scrivania, sedie, manichini, poltroncine, fiori bouquet, bijoux, abiti e veli…

Pronte a partire

La fiera è al pala terme di Montecatini. All’arrivo ci accoglie la solita atmosfera dei preparativi: l’odore dei fiori, del legno, della moquette appena finita di sistemare nei vari corner e la frenesia di tutti gli operatori intenti ad affrettarsi per creare il proprio spazio… Sorrisi appena abbozzati, teste basse e stanchezza già evidente alle 8,00 di mattina.

Io e Donella prendiamo prima un bel caffè, e poi via ad allestire il nostro piccolo spazio!

Il nostro mini show room dedicato agli sposi prende forma e come sempre ci sorprendiamo dell’effetto grazioso e romantico che riusciamo a realizzare. I tocchi finali sono di Donella, che con molta cura espone i bijoux in modo splendido.

In esposizione abbiamo alcuni abiti da sposa gentilmente prestati dalle spose di Luglio, i nostri bijoux dedicati, esposti con sapienza e cura da Donella, e i disegni con i quali inizia il percorso “sposa felice”.

Inizio fiera: Venerdì ore 15.00

Finalmente ci siamo! La fiera sposi di Montecatini apre i battenti.

Il pomeriggio trascorre velocemente, faccio un giro fra i vari stand e conosco le prime persone interessanti. Per noi espositori le fiere sposi sono anche una buona occasione per far nascere collaborazioni e trovare nuovi spunti creativi. Sono innumerevoli le figure che cercano di guidare gli sposi nei preparativi per le proprie nozze: dai wedding planner che lavorano in studio a quelli che si occupano di bomboniere, dei preparativi per la chiesa e della scelta della location. Poi c’è tutto il mondo dei gestori delle strutture ricettive, con tanto di catering interno, chef, allestitori, modelle e vere e proprie agenzie di organizzazione di eventi. Senza contare truccatrici e parrucchieri che illustrano le nuove tendenze adatte ad ogni sposa.

Fiere per gli sposi come questa sono eventi organizzati in grande, ma sono anche una “scuola” per chi come me non si accontenta ed è sempre desideroso di conoscere quanto ancora c’è di nuovo nel settore.

Dopo esserci dedicati a fornire le prime informazioni alle coppie visitatrici di futuri sposi, la serata del venerdì si chiude in bellezza con musica e sfilate.

Sabato: tanti incontri

Il sabato mattina, vista la poca affluenza di visitatori, abbiamo approfittato per conoscere i fornitori che ci interessavano di più. Ho incontrato Viola, una wedding planner alle prime esperienze ma già molto formata sull’argomento. Abbiamo scambiato informazioni con la titolare della Confetteria Pistoiese, scoprendo i gusti dei suoi mille confetti e ammirando le bellissime bomboniere confezionate ad arte. Siamo state felicemente invitate a cena a Montecarlo nel ristorante Nina, dai simpaticissimi e validi gestori, e così via fino all’ora di punta. Abbiamo visto arrivare tante spose, tutte molto carine e interessate a conoscere i particolari del lavoro che nasce intorno all’abito da sposa.

Domenica: il gran finale

La Domenica è partita in sordina, tutti molto silenziosi fino alle 13,00.

Io mi ero organizzata con la mia amica Claudia Caramelli per farle fare da modella per un giorno, quindi dopo il trucco e il “parrucco” eccola nell’abito da sposa girare in tutti gli stand, a prendere complimenti e a dare informazioni.

La Domenica è finita lasciandoci senza voce, perché nel pomeriggio un fiume di persone hanno invaso gli stand e hanno messo a dura prova la nostra già ridotta energia.

Il risultato di questa fiera è stato abbastanza soddisfacente: abbiamo incontrato tanti professionisti del settore che come noi credono nella collaborazione e sono disponibili a trovare nuove formule per lavorare insieme.

Ho potuto apprezzare che il mondo del wedding per molti professionisti è tornato ad essere un appassionante lavoro e non più semplicemente un modo di fare business. Di questo sono molto contenta.

Le coppie di sposi che ho incontrato mi hanno piacevolmente sorpreso, erano tutte molto curiose di conoscere e comprendere il lavoro degli espositori.

Allo scoccare dell’ora di chiusura, con i piedi doloranti e stanchi, abbiamo smontato tutto, ricaricato le auto e riscaricato tutto al nostro show room…

The end.

Considerazioni sulle fiere sposi

Nei periodi in cui si organizzano le fiere sposi è difficile scegliere quale visitare, spesso ci facciamo guidare dal nostro fornitore di fiducia, altre volte dal nome della fiera e dal posto. Qualche volta la nostra curiosità e la voglia di novità resta delusa quando un simile evento si mostra eccessivamente commerciale. Io consiglio sempre di visitare almeno una fiera sposi se si sta organizzando un matrimonio e soprattutto consiglio di accettare gli inviti nelle ville e location che organizzano open day dedicati. Dietro le ”quinte” ci sono di sovente persone che lavorano con passione e che non disdegnano di dare consigli e offrire prove anche gratuite.

In questi giorni ci concentreremo a sviluppare i contatti presi in fiera e ci prepariamo all’open day del 6 Novembre presso Villa Giorgia a Pistoia.

Prossimi aggiornamenti sul blog.

Ciao!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *