Il matrimonio di Rebecca di Sposiamoci Risparmiando

Oggi voglio raccontarti di uno dei matrimoni più belli di cui ho curato l’immagine e creato l’abito da sposa: il matrimonio della wedding blogger Rebecca di Sposiamoci Risparmiando!

Il mio incontro con Rebecca

Tutto iniziò il giorno in cui lessi su un social una richiesta di matrimonio con lo sponsor da parte di una giovane wedding blogger: Rebecca del blog Sposiamoci Risparmiando.

In sostanza proponeva uno scambio di servizi: abito da sposa personalizzato e su misura in cambio di un piano pubblicitario web.

L’idea mi attirò subito.

Non sempre è facile far capire come si svolge il mio lavoro, e perché è importante avere un abito su misura, studiato appositamente per valorizzare le forme della sposa.

Inoltre non ho mai amato le pubblicità stereotipate e quindi essendo già da un po’ alla ricerca di un canale giusto, decisi di rispondere all’annuncio.

Partecipai così al progetto “Mi sposo con lo sponsor” di Rebecca Riparbelli.

La simpatia che nacque dal primo incontro mi convinse della scelta, e insieme decidemmo di proseguire…

Lo studio del matrimonio di Rebecca e del giusto stile

consulente immagine sposa

La prima cosa di cui abbiamo discusso io e Rebecca sono stati i dettagli delle nozze.

Infatti per poter studiare l’abito perfetto e curare anche l’immagine dell’intero evento, ho bisogno di sapere tutto sul matrimonio e sui gusti degli sposi.

Così ho chiesto alla sposa informazioni su di sé e sul suo amato, sui loro gusti, su ciò che condividono, sul perché hanno scelto una location marina…

In questo modo ho saputo che Rebecca si sarebbe sposata a maggio, sul mare di San Vincenzo (luogo che gli sposi amano profondamente), e che lo stile scelto per le nozze era lo shabby chic, mentre Rebecca voleva un abito da sposa in stile retrò anni 30 per omaggiare la nonna.

Inizio a disegnare!

daisy & co wedding designer pistoia

Ora che ho tutte le informazioni sugli sposi e il matrimonio, inizio a creare i primi schizzi.

Disegno la bozza dell’abito da sposa e le tavole che racchiudono l’immagine che vorremmo dare a tutto l’evento, partendo dall’abito degli sposi per finire con l’allestimento della location.

abiti da sposa componibili pizzo vintage
Abito da sposa componibile di Rebecca

Rebecca e Stefano approvano tutto confermandomi che ho intuito bene i loro desideri, e Rebecca filma ogni nostro incontro e tutti i particolari dei disegni.

È giunto il momento di pensare alla location…

Sopralluogo alla location

Con Donella, la mia collega artista e creativa, ci rechiamo a San Vincenzo, alla location del matrimonio: il bagno Serendipity.

Il locale al momento è un po’ lasciato andare, ma l’interno è sorprendentemente vintage per essere un bagno sul mare. Ci sarà da lavorare…

Insieme a Donella, studiamo un allestimento completo, che comprende oltre ai centrotavola, anche le decorazioni e l’ambiente intero della location.

A questo punto non ci resta che metterci al lavoro!

Al lavoro su abito da sposa e accessori!

Mentre Donella inizia a selezionare gli oggetti che ci serviranno per gli allestimenti e crea i copri lampade, io compro il tessuto dell’abito, definisco il disegno e vado in sartoria.

Rita è una sarta esperta con uno staff in gamba, così ho deciso di affidarmi a lei per definire insieme i dettagli del prototipo iniziale.

Come sarà l’abito da sposa di Rebecca

L’abito da sposa di Rebecca sarà composto da un sottabito di seta rosa tagliato sotto il seno con le coppe del reggiseno stile anni 30, con tagli verticali (a telino) davanti e dietro, lasciando spazio per una bella coda

abiti da sposa due in uno parte sotto
Abito da sposa trasformabile di Rebecca (parte sotto)

Il pizzo panna con ricamo ”fil a fil” sarà tagliato sempre in stile vintage, con scollo quasi a V e maniche appena accennate.

abiti sposa seno piccolo

Il pizzo finisce sotto al ginocchio con un taglio trasversale a cui è cucita una gonna di chiffon in seta color panna che accompagna sul dietro la coda già definita del sottabito.

Infine, la ciliegina sulla torta: bottoncini rivestiti e fiocco, che fanno di questo abito un vero gioiello.

abito da sposa trasformabile di Rebecca
Abito da sposa trasformabile di Rebecca (parte sopra)
abito sposa gonna staccabile pizzo
Abito da sposa 2 in 1 di Rebecca: tubino con sopra abito in pizzo staccabile

Come sarà l’abito dello sposo Stefano

Mentre in sartoria si lavora, mi occupo di disegnare le linee guida per l’abito dello sposo, che ai primi appuntamenti si mostra molto restio ad indossare un abito in stile anni 30.

Sembrava preannunciarsi un lavoro complesso, e invece tutto fila liscio: quando andiamo a Bologna nella Sartoria san Lazzaro, lo sposo approva subito i tessuti, e con nostro stupore, Stefano accetta di indossare panciotto e papillon!

Come saranno gli accessori degli sposi

In laboratorio da Donange bijoux, io e Donella studiamo gli accessori per la sposa.

Per rimanere in tema anni 30, scegliamo di usare perle rosa e strass, con cui realizziamo il bracciale, gli orecchini e una splendida spilla gioiello da appuntare sotto al seno dell’abito da sposa.

Ma il lavoro sul look della sposa non è ancora finito.

Aggiungo il pizzo e le iniziali degli sposi sul tessuto delle scarpe, e sostituisco le linguette della cerniera dei décolleté con le lettere in metallo ”s” e “i”, per ricordare la promessa che si stanno scambiando gli sposi…

Per lo sposo invece creo dei gemelli con le loro iniziali e una spilla da taschino con le iniziali intrecciate.

personalizzare scarpe sposa iniziali
Scarpe da sposa personalizzate con “SI”

Le prove dell’abito della sposa

Mentre Donella realizza i bijoux, siamo pronte per la seconda prova dell’abito della sposa.

Rita ha già tagliato il pizzo, e l’effetto dei tessuti è meraviglioso: l’abito rosa chiaro accostato all’altro di pizzo panna, creano un colore meravigliosamente romantico, e lo chiffon in fondo e gli accessori completano il nostro meraviglioso abito stile anni 30!

Quando la sposa indossa l’abito e vede il risultato, inizia a piangere di gioia.

Bomboniere, guestbook, tableau e allestimenti vintage

L’abito è deciso, ma il resto?

Dato che ci occupiamo del design dell’intero evento, dobbiamo pensare anche a bomboniere, allestimenti, tableau, ecc.

Per le bomboniere decidiamo di regalare una penna personalizzata, con cui far scrivere agli ospiti sulle tovaglie gli auguri per gli sposi, e quindi dare vita al guestbook.

Perciò come segnaposti abbiamo usato delle tovagliette azzurre (in omaggio al mare), con a fianco le penne con i nomi degli ospiti ben in vista.

Per il tableau scegliamo invece di allestire una mensola shabby con tanti barattoli rivestiti con rimanenze di tessuto, trine e perle, a cui leghiamo i cartoncini con i nomi dei tavoli e degli invitati.

I cartoncini sono stati realizzati da Rebecca in armonia con le partecipazioni, e i nomi dei tavoli sono quelli dei nodi marini, sia per richiamare il mare, sia per ricordare il legame degli sposi.

Personalizziamo poi le tende arricchendole di cuori di legno e chiavi antiche, le chiavi sono state scelte come simbolo di libertà.

Vestiamo i copri-lampade con le nostre trine, e copriamo i tavoli con tovaglie color crema.

I nostri centrotavola sono formati da libri antichi stretti da corda e trine, teiere, zuccheriere e vasi preziosamente custoditi nel laboratorio di Donange, arricchiti con i fiori: peonie, rose, gipsofila, nastri e perle…

Abbiamo scelto questi elementi per ricreare un’atmosfera vintage, che ricordasse a Rebecca la casa della sua amata nonna, restando nei canoni di un budget giusto.

Torta di nozze

Ma la torta?

Siamo ormai avviate sulla strada del ”non comune” e quindi presento a Rebecca e Stefano la mia amica e stimatissima pasticcera, unica nel suo genere, con la filosofia di produrre dolci solo con ingredienti sani: Dulcinea.

Risultato: un table-cake spettacolare e colorato, formato da tortine dolci e biscotti bio buonissimi.

Il grande giorno!

Arriva così il fatidico giorno…

Siamo tutti in fermento, la macchina è carica di tutti gli oggetti necessari per gli allestimenti, candele, trine, pizzi e arnesi da falegname…

Vado a ritirare l’abito, poi carichiamo confetti e dolci, i fiori saranno consegnati da Fiori Fiori direttamente alla location.

Con l’aria condizionata al massimo si parte alla volta di San Vincenzo.

Il tempo è splendido, il mare invogliante, e al nostro arrivo troviamo i magnifici fiori ordinati, pronti per essere utilizzati.

Sistemiamo le tende arricchendole di cuori di legno e chiavi antiche, vestiamo i copri-lampade con le nostre trine, e copriamo i tavoli con le tovaglie color crema che avevamo scelto.

Prepariamo i centrotavola con libri antichi, trine, teiere, zuccheriere e vasi e li arricchiamo coi fiori.

Siamo a buon punto con la location, ma siamo in ritardo con la sposa!

C’è ancora da fare il bouquet e devo andare dalla sposa per la vestizione…

Ma anche grazie a Donella riesco a mantenere il sangue freddo, così iniziamo a realizzare il bouquet.

Prendiamo i fiori: ortensie, rose, peonie, gipsofila e rosmarino per augurare forza di spirito ed energia, e ci aggiungiamo alcune foglie di salvia per augurare amore duraturo e tanta salute.

Rebecca ha fatto anche i coriandoli a forma di cuore, al posto del riso, e li ha collocati nelle buste legate da spago, che noi abbiamo posizionato fuori la chiesa in una vecchia valigia anni venti sistemata con trine e pizzo per l’occasione.

Donella si reca al municipio per gli ultimi addobbi: all’esterno colloca un candelabro a braccio con tante candele, la valigia vintage personalizzata da noi, due strisce di sabbia a mo di passerella con conchiglie, rametti, candele e fiori.

Mentre all’interno posiziona una cornice adornata di pizzo, diverse candele colorate e una composizione di rose, peonie e gipsofila.

Nel frattempo lo sposo è già fuori in attesa, con gli occhi lucidi eppure raggiante.

Fa un gran figurone con il suo abito completo di papillon e spilla!

Io invece sono dalla sposa, dove stiamo ultimando la vestizione.

abiti da sposa dual dress tubino
Abito da sposa dual dress di Rebecca: tubino che stava sotto al vestito in pizzo

Alla fine, Rebecca è pronta: bellissima e raggiante, afferra il suo bouquet e apre la porta.

Andiamo a sposarci!

abiti da sposa 2017 con pizzo
Abito da sposa con sottana di seta a sirena con sopra abito in pizzo, chiffon e swarovski.

Vuoi anche tu un matrimonio personalizzato come quello di Rebecca?

Contattami, così parleremo del tuo matrimonio e dei tuoi desideri, il tutto gratuitamente e senza impegno.

Se poi parlandone insieme capirai che sono la persona che stavi cercando, inizieremo a progettare il tuo matrimonio e il tuo abito da sposa!

Voglio un matrimonio perfetto!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *