La storia di Chiara e del suo abito da sposa in pizzo

La storia di Chiara

Chiara mi ha scritto sulla mia pagina Facebook chiedendomi se avevo abiti in affitto. Al che le ho spiegato che non facevo questo tipo di servizio per la sposa, perché ho un’alta considerazione dell’abito e ritengo che l’energia e la gioia del momento delle nozze rimanga impregnata nell’abito, quindi ad ogni sposa il suo.

Chiara mi ha spiegato che per principio non voleva spendere tremila euro per un abito, e io le ho detto che avrei potuto aiutarla con una consulenza online, oppure avrei potuto impegnarmi nel cercare di rispettare un budget più consono ai suoi progetti.

Matteo e Chiara sono un duo canoro, e al momento in cui abbiamo avuto i primi rapporti, erano in Corea per lavoro. Mi sembrava una impresa impossibile realizzare un abito per lei vista la distanza e i tempi brevi in cui avevano previsto il matrimonio, invece…

Io e Chiara abbiamo simpatizzato subito, e tra un messaggio di WhatsApp e l’altro, lei mi raccontava del suo lavoro e io del mio, lasciando da parte il progetto abito. Finché a maggio si presenta al mio atelier a Pistoia per dirmi che vuole che le realizzi il suo abito per… fine luglio!

I tempi sono strettissimi, ma visto che io amo le sfide, decidiamo di provarci e quindi iniziamo subito a progettare il suo abito!

abito da sposa a sirena con pizzo
Abito da sposa a sirena in pizzo

L’abito da sposa di Chiara

Fisico da modella e occhi da cerbiatta, lunghi capelli neri, cantante e creativa, voleva un abito mozzafiato che facesse risaltare il suo bel seno senza essere troppo provocante.

Al nostro primo incontro avevo preparato già un po’ di tessuti e un’idea di modello da proporle, quindi il passaggio successivo è stato direttamente la prova dell’abito imbastito.

abiti da sposa semplici e raffinati
Esempio di abito da sposa semplice e raffinato

Per l’abito a sirena abbiamo scelto un tessuto di base in pura seta, con una leggera nuance pesca e con una scollatura a cuore e taglio sotto al ginocchio, da cui poi sarebbe partita la gonna a coda in tulle.

Per impreziosire l’abito abbiamo scelto un tulle stampato e ricamato rebrodè dal colore bianco avorio che modellato con una scollatura omerale (o a Barca) scendeva giù sull’abito formando un motivo inusuale e delizioso, molto adatto a far risaltare il fisico di Chiara.

La coda che iniziava allargandosi dal taglio al ginocchio è stata creata con una nuvola di tulle color panna con qualche strato sottostante pesca, per uniformare il tono del colore dell’abito.

abito da sposa personalizzato sirena pizzo

Lo scoglio lo abbiamo incontrato alla scelta fra le due scollature proposte, scollo a v e smanicato anche per il pizzo, o come io le consigliavo, scollo omerale con leggera manichetta.

Non è stato facile scegliere, dopo diverse prove e ripensamenti, siamo arrivati alla conclusione: Chiara ha scelto, con mia profonda soddisfazione, la proposta che le avevo consigliato all’inizio.

Seguono diverse prove in sartoria, e a quella finale Chiara scoppia a piangere per l’emozione, confermando che sì, quello era davvero l’abito giusto per lei.

Nelle settimane successive, allietati ogni tanto dalle loro performance canore anche via WhatsApp, andiamo avanti a creare gli accessori per completare il look sposa…

Gli accessori e il resto del look sposa

Per personalizzare gli accessori mi faccio creare dall’Argenteria, dei gemelli per Matteo con le iniziali degli sposi, bagnati in oro rosso e smaltati di bianco.

Anche per Chiara usiamo lo stesso logo ma lo mettiamo su una medaglietta da abbinare al bracciale, realizzato in perle rosa pesca e cristalli, gli stessi che tornano negli orecchini e sul velo.

Gli altri dettagli del matrimonio

Mentre in sartoria fervevano i lavori, Chiara e Matteo progettavano gli allestimenti del ricevimento.

I due sposini, entrambi artisti, lui chitarrista e lei cantante, hanno voluto inserire all’interno del loro progetto tutti i dettagli che evidenziavano la loro passione per la musica e la loro unione oltre che d’amore anche lavorativa.

In più Chiara ha cercato con il mio aiuto di amalgamare la passione per la musica al tema shabby chic

Non è stato facile, ma alla fine abbiamo trovato il giusto mix: come centrotavola dischi di vinile e bottiglie rigorosamente decorate in stile shabby, candele con lanternine, chitarre e scarpette da ballo…

Tutto realizzato a mano dagli sposi e coordinato a distanza da me.

Arriva il grande giorno!

Il matrimonio è stato un turbine di emozioni, la location (dove avevamo duramente lavorato tutto il giorno per allestire) era perfetta e la giornata si è svolta fra canti, balli e risate.

Un matrimonio da sogno in tutti i sensi.

Anche tu vuoi che crei per te un abito da sposa personalizzato?

Contattami, così puoi raccontarmi qual è il tuo sogno e io potrò dirti come realizzarlo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *